default

yes

Dropbox non si avvia dopo aggiornamento automatico Windows 10

New member | Level 2

Salve, in seguto a un importante aggiornamento software di Windows 10, Dropbox non si avvia e mi restituisce questo log:

 

bn.BUILD_KEY: Dropbox
bn.VERSION: 83.4.152
bn.DROPBOXEXT_VERSION: 27.0
bn.is_frozen: True
machine_id: e81b72b9-5333-460d-81e7-6d85404012d7
pid: 8952
cwd: 'C:\\WINDOWS\\system32'
real_path='C:\\WINDOWS\\system32'
mode=0o40777 uid=0 gid=0
parent mode=0o40777 uid=0 gid=0
HOME: None
appdata: 'C:\\Users\\Simone\\AppData\\Local\\Dropbox\\instance1'
real_path='C:\\Users\\Simone\\AppData\\Local\\Dropbox\\instance1'
not found
parent not found
dropbox_path: 'C:\\Users\\Simone\\Dropbox'
real_path='C:\\Users\\Simone\\Dropbox'
not found
parent mode=0o40777 uid=0 gid=0
sys_executable: 'C:\\Users\\Simone.000\\AppData\\Roaming\\Dropbox\\bin\\Dropbox.exe'
real_path='C:\\Users\\Simone.000\\AppData\\Roaming\\Dropbox\\bin\\Dropbox.exe'
mode=0o100777 uid=0 gid=0
parent mode=0o40777 uid=0 gid=0
trace.__file__: 'C:\\Users\\Simone.000\\AppData\\Roaming\\Dropbox\\bin\\83.4.152\\python-packages-37.zip\\dropbox\\client\\ui\\common\\boot_error.pyc'
real_path='C:\\Users\\Simone.000\\AppData\\Roaming\\Dropbox\\bin\\83.4.152\\python-packages-37.zip\\dropbox\\client\\ui\\common\\boot_error.pyc'
not found
parent not found
TMP: C:\Users\Simone.000\AppData\Local\Temp
TEMP: C:\Users\Simone.000\AppData\Local\Temp
tempdir: 'C:\\Users\\Simone.000\\AppData\\Local\\Temp'
real_path='C:\\Users\\Simone.000\\AppData\\Local\\Temp'
mode=0o40777 uid=0 gid=0
parent mode=0o40777 uid=0 gid=0
Traceback (most recent call last):
File "dropbox\client\main.pyc", line 7655, in main_startup
File "dropbox\client\main.pyc", line 3136, in run
File "dropbox\client\main.pyc", line 1701, in startup_low
File "dropbox\client\main.pyc", line 1253, in safe_makedirs
File "dropbox\overrides.pyc", line 212, in makedirs
File "dropbox\overrides.pyc", line 225, in makedirs
PermissionError: [WinError 5] Accesso negato: 'C:\\Users\\Simone\\AppData\\Local\\Dropbox'

 

Cosa posso fare? Grazie mille

4 Risposte

Rif.: Dropbox non si avvia dopo aggiornamento automatico Windows 10

Dropboxer

Ciao @pecoranera,

 

il problema che descrivi in genere è causato da un problema di connessione o da un conflitto relativo ad un programma di sicurezza o software antivirus. Per provare a risolverlo, dopo aver riavviato il dispositivo, puoi disattivare temporaneamente l'antivirus ed i programmi di sicurezza presenti sul computer. 

Procedi quindi con la disinstallazione del programma dal Pannello di controllo di Windows e scarica la versione più aggiornata dell'applicazione dal seguente link: 

https://www.dropbox.com/downloading?plat=win&type=full

Fammi sapere se riesci a risolvere.

Saluti,

 

 

Giuliacat Smiling Cat
Community Moderator @ Dropbox
https://dropbox.com/support


 


Il mio post ti è stato utile? Se risponde alla tua domanda, accettalo come soluzione. Aiuterà gli altri utenti a trovarlo più facilmente. slightly smiling face

Rispondi
Caricamento in corso...

Rif.: Dropbox non si avvia dopo aggiornamento automatico Windows 10

Explorer | Level 4

Buongiorno @pecoranera,

in base al log che hai postato, quel che ti è capitato è molto chiaro e - purtroppo - non facile da risolvere per un normale utente. Non è facile da descrivere, ma cercherò di spiegare meglio che posso (e il più brevemente possibile) quel che presumibilmente ti è accaduto, anche perché il tuo non è certamente un caso isolato, pur se non frequentissimo. Leggendo (con un po' di pazienza) le righe seguenti ti sarà evidente che la questione non riguarda solo Dropbox.

Il problema nel quale sei incappato è ben noto fin dai tempi di NT e si verifica (in genere, ma non soltanto) quando durante un aggiornamento di Windows qualcosa non fila del tutto liscio (anche se l'utente potrebbe non rendersene conto) e per un qualche motivo il sistema non riesce a ricaricare correttamente il profilo utente. In tal caso (QUEL CHE SEGUE È MOLTO SEMPLIFICATO), viene rigenerato un nuovo profilo utente con lo stesso nome, mentre la vecchia cartella viene necessariamente rinominata appendendo al nome un contatore progressivo (che parte da ".000"); quindi nel tuo caso la tua vecchia cartella utente "C:\Users\Simone" è stata "temporaneamente" (in teoria) rinominata "C:\Users\Simone.000" e ne è stata creata una nuova uguale alla precedente. Per tutta la durata del processo sono quindi coesistiti DUE account, ma alla fine essi sono stati riuniti insieme, per cui il contenuto della vecchia cartella è stato presumibilmente riversato nella nuova (e "in teoria" la vecchia cancellata), dopo aver aggiornato di conseguenza tutte le chiavi del registry che vi facevano riferimento. Il punto è che tutta questa procedura "talvolta" NON fila liscia!

Ma bada bene che questo molto probabilmente NON è accaduto di recente, ma può risalire anche a molti mesi addietro (il periodo più probabile è a fine primavera, con l'aggiornamento massivo della versione Windows 1903, se non addirittura un anno addietro con la 1809).

Dopo quell'aggiornamento, il sistema ha continuato a funzionare "più o meno" regolarmente, ma con i dati del tuo account frazionati nelle due cartelle, una normale e l'altra col suffisso ".000"; il che vuol dire che alcuni software facevano riferimento a "C:\Users\Simone", mentre altri a "C:\Users\Simone.000". In effetti, dal tuo log si legge chiaramente che il tuo Dropbox è stato installato proprio nella cartella utente "spuria", ossia in "C:\Users\Simone.000", e il tutto "apparentemente" funzionava bene... fino a quando qualcosa è intervenuto a cambiare le carte in tavola.

Ovviamente non ho la sfera di cristallo, ma è plausibile che, durante l'ultimo aggiornamento di Windows, nella fase finale di "cleaning" il software ha rilevato la cartella utente ".000" (senza sapere che non era stato lui a produrla) ed ha provveduto diligentemente a completare il processo di pulizia e rimozione, e... e di conseguenza si è verificato un patatrac! Perché tutte le applicazioni che negli ultimi mesi erano state installate (o aggiornate) con riferimento alla cartella "spuria" non trovano più le proprio sotto-cartelle!

Il tuo Dropbox era appunto una di queste applicazioni e ovviamente ha smesso di funzionare. Infatti, se rileggi con attenzione il log vedrai che tutti i messaggi di "not found" fanno riferimento a percorsi che si trovano sotto la cartella spuria "stefano.000" invece della corretta "stefano" senza suffissi. Dropbox cerca anche nella cartella "standard" (cioè real_path='C:\\Users\\Simone\\Dropbox'), dove non trova ovviamente nulla e restituisce anche qui un "not found".  (vedi nota * )

Che fare dunque?

Per Dropbox dovrebbe bastare PRIMA disinstallare (TASSATIVO) completamente l'applicazione e POI reinstallarla ex-novo e - almeno in linea di principio - tutto dovrebbe andare a posto. MA ATTENZIONE: DEVI TASSATIVAMENTE SCARICARE L'ULTIMO INSTALLER DI DROPBOX  (vedi nota ** )

Devi purtroppo aspettarti che questo problema possa coinvolgere nello stesso modo anche altre applicazioni, per le quali l'unica cosa che puoi fare è sempre quella: devi PRIMA disinstallare e POI reinstallare ex-novo. Con la maggior parte delle applicazioni dovrebbe funzionare e tornare tutto a posto. Ma anche qui fai attenzione: se il programma di disinstallazione ti chiede se vuoi mantenere "qualsiasi cosa" (in genere i tuoi dati utente), devi tassativamente rispondere NO! In realtà non c'è comunque nulla da mantenere, perché gli eventuali dati presenti sono già andati completamente persi; ma se rispondi SÌ rischi che vengano mantenute chiavi di registry che puntano ancora alla cartella "spuria".

E per concludere: UNA COSA ASSOLUTAMENTE DA NON FARE!

Non lasciarti sedurre da tutorial e how-to che ti invitano a mettere le mani sul registry per rimettere le cose a posto. Questi tutorial sono per lo più molto approssimativi, ma anche quelli ben fatti (pochi, ma ce ne sono) sono comunque rivolti a chi ha almeno molta pratica (ma non conoscenza, perché se hai conoscenza non ti serve il tutorial, giusto?)  Tra l'altro, in questo caso specifico non vale la pena comunque, neanche sapendo cosa fare. (vedi già citata nota * )

Più in generale non lasciarti mai sedurre da chi sostiene che ripristinare il registry è - in genere - una operazione relativamente semplice: in realtà è sostanzialmente vero, ma è una verità relativa, così come è vero che una appendicectomia è una operazione chirurgica relativamente semplice... ma se sei un chirurgo! Se invece sei un avvocato, o un postino, o un ingegnere, o qualunque altra cosa che non sia un chirurgo... beh... vedi un po' tu...

Io stesso, non ostante sia abituato a maneggiare quasi quotidianamente il registry fin da quando è nato Windows (ormai trent'anni), proprio la settimana scorsa per la troppa confidenza ho "toppato" clamorosamente (per fortuna su una macchina mia!) ed ho dovuto reinstallare Windows da zero. Non ricordo mi fosse mai accaduto prima (se non, forse, agli inizi) e non dovrebbe accadere mai, eppure è bastata una distrazione ed è accaduto!

La spiegazione è stata più lunga di quanto volessi inizialmente, ma ho cercato di renderla quanto più comprensibile e "leggibile" per chiunque. Spero di esserci riuscito. Un caro saluto.

Antonello S. aka LiberCivis

____________
( * ) In teoria la vecchia cartella potrebbe ancora esistere ma risultare inaccessibile per l'incompatibilità delle policies d'accesso dei due account, cosa che "in teoria" si potrebbe rimettere a posto con un lavoro "di bisturi" sulle policies delle cartelle. Ma a parte il fatto che il lavoro non vale la candela (si fa molto ma molto più in fretta a reinstallare), non ha comunque senso mantenere le due cartelle utente perché il problema si ripresenterebbe al prossimo aggiornamento che vada a mettere le mani sul profilo utente.

( ** ) Questa è una raccomandazione che vale sempre: MAI RIUTILIZZARE UN PRECEDENTE INSTALLER DI DROPBOX, anche se è stato scaricato solo il giorno prima. Anzi, la procedura più "safe" consiste nell'andare sulla propria pagina online di Dropbox e scaricare l'installer sempre da lì, per poi cancellarlo subito dopo l'installazione, in modo da non usarlo più neanche per errore.

Rispondi
Caricamento in corso...

Rif.: Dropbox non si avvia dopo aggiornamento automatico Windows 10

Dropboxer

Ciao @LiberCivis,

 

ti ringrazio per l'intervento. Molto interessante! nerd face

Vorrei informarti che la tua risposta, probabilmente a causa della lunghezza, era stata bloccata dai nostri filtri antispam ma il blocco è stato rimosso dai moderatori.

Non distare a condividere nuovamente le tue conoscenze nel nostro Forum!

Saluti,

Giuliacat Smiling Cat
Community Moderator @ Dropbox
https://dropbox.com/support


 


Il mio post ti è stato utile? Se risponde alla tua domanda, accettalo come soluzione. Aiuterà gli altri utenti a trovarlo più facilmente. slightly smiling face

Rispondi
Caricamento in corso...

Rif.: Dropbox non si avvia dopo aggiornamento automatico Windows 10

New member | Level 2

Grazie davvero per la dettagliata spiegazione. Ho disistallato e reinstallato Dropbox e tutto sembra funzionare. Ho avuto dei problemi solamente con i file inseriti nella cartella Dropbox su cui ho lavorato nei giorni di non funzionamento del programma: ne ho trovate due versioni, una con il nome originario ante problemi, una con il nome modificato con l'aggiunta di un messaggio di errore che conteneva le modifiche fatte. 20 minuti di rinomina file e tutto è andato a posto.

 

Grazie ancora

Rispondi
Caricamento in corso...
Dropbox non si avvia dopo aggiornamento automatico Windows 10
221 Visualizzazioni
4 Risposte
1 Mi piace
Risolto! : Vedi risposta
Chi parla
Utenti che hanno contribuito maggiormente a questo post